Conservazione dei boschi ripariali: il ruolo delle zone umide nazionali ai sensi della Convenzione di Ramsar

Sonia Ravera, Marco Ottaviano, Marco Marchetti

Abstract


La Convenzione di Ramsar è stata firmata il 2 febbraio 1971 e scaturisce dalla necessità di invertire il processo di trasformazione e la distruzione delle zone umide. Nonostante siano passati quaranta anni, l’emergenza è sempre presente e rilevante a causa della vulnerabilità degli habitat che caratterizzano questi ambienti.

Lo scopo del lavoro è quello di contribuire alla stima dell’efficienza della Convenzione di Ramsar nella conservazione degli habitat boschivi riparali d’interesse comunitario, fornendo un primo quadro descrittivo della situazione nazionale. La valutazione dello stato è stata effettuata utilizzando le informazioni tecnico-scientifiche aggiornate nel corso degli ultimi anni. Nello spirito del tema a cui è dedicato l’anno in corso “Forest for water and wetlands”, si presentano i risultati ottenuti dall’analisi dei dati che appaiono confortanti, essendo in genere assicurata una forma di tutela controllata e puntuale.


Keywords


protezione; habitat forestali; ambienti acquatici

Full Text PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


 

Copyright © Accademia Italiana di Scienze Forestali

The Journal is published online according to the Creative Commons Attribution-Non Commercial 4.0 International (CC BY-NC 4.0) license (https://creativecommons.org/licenses/by-nc/4.0/).