Opzioni di policy per il mainstreaming delle misure forestali di mitigazione nello sviluppo rurale dell'Unione Europea

Valentino Piana

Abstract


Nel prossimo periodo di programmazione 2014-2020 il cambiamento climatico diventerà probabilmente una tematica trasversale di molte (se non tutte) politiche dell’UE, inclusi i programmi e i fondi connessi ad esempio all’energia, ai trasporti, alla ricerca, alle infrastrutture e allo sviluppo rurale ed urbano. Primi segnali di questa attenzione possono essere osservati nell’implementazione dell’attuale periodo, anche se si deve tenere in considerazione il forte ritardo di spesa che comporterà sia una riallocazione dei fondi che l’inclusione di ulteriori criteri per i progetti approvati.
Il recente “Libro verde” dell’UE “La protezione e l’informazione sulle foreste nell’UE: preparare le foreste ai cambiamenti climatici” [COM (2010)66] ed il lancio di un dibattito sulle possibili opzioni, compresa la relativa consultazione pubblica, rappresenta in qualche modo una sorta di esplorazione per questa accresciuta consapevolezza e per i ruoli dei diversi livelli di governo.
Ci troviamo in una fase relativamente precoce di questo processo e per questa ragione il presente contributo solleva domande più che fornire risposte su quelle che sono le principali misure di mitigazione (e adattamento) previste in uno sviluppo rurale in cui le foreste e le altre aree boscate (OWL) (Other Wooded Land) svolgono un ruolo potenzialmente importante. Il contributo dunque evidenzia opportunità e limiti relativi al settore forestale nel contesto dello sviluppo socioeconomico delle aree rurali.
Il tema è ancora incerto rispetto alla sua rilevanza a livello di UE. Da un lato alcuni ritengono che le foreste possano rappresentare degli strumenti economici e rapidi per implementare rilevanti azioni di mitigazione e adattamento al cambiamento climatico. Dall’altro lato, però, il settore forestale e questa sua importante funzione ambientale ed ecosistemica sono attualmente sotto-finanziati e ricoprono ancora un ruolo marginale nei discorsi pubblici. La sostenibilità politica, sociale ed ambientale di questa funzione, al contrario, potrebbe mostrare la necessità di prudenza e qualificazione. Il contributo esplora, tra altri temi, le opzioni alternative per le principali politiche di mitigazione quali l’addizionalità alle – oppure la ristrutturazione delle – politiche rurali, proponendo per il settore un prezzo del carbonio, che sia specifico oppure standardizzato, da essere corrisposto attraverso politiche relative al prezzo per gli stock (o gli incrementi) di CO2 (o al cambiamento dell’uso del suolo o la rispettiva qualità di gestione ambientale) nelle foreste europee piuttosto che tropicali, nonché esplorando politiche non di prezzo.


Keywords


foreste; mitigazione; adattamento; sviluppo rurale; politiche europee

Full Text PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


 

Copyright © Accademia Italiana di Scienze Forestali

The Journal is published online according to the Creative Commons Attribution-Non Commercial 4.0 International (CC BY-NC 4.0) license (https://creativecommons.org/licenses/by-nc/4.0/).